I'm looking for black holes.
Federica.
Sulla carta ha ventun anni.
Una combinazione di imperfezioni.
Completamente priva di autostima.
Ha perso il conto di quante serie tv segue.
Co-pres dell'amatissimo Club I.C.T.U.S.


Doctor Who ♥

Mumford&Sons + ImagineDragons

Amore per l'arte.

"Time to escape."

Ho dei ricordi sfocati, ma stanotte penso di aver sognato Schweinsteiger che mi faceva le coccoline. Coccoline che si sono trasformate in grattini e grattini che si sono trasformati in altro che non si può dire perchè no e perchè io sono una persona a modino che si imbarazza. Vi basti sapere che è raro che mi svegli così rilassata il lunedì mattina, soprattutto a due giorni da un esame.

Dopo un mesetto di faide famigliari sul fatto che Schweinsteiger sia uno GNOCCO PAUROSO finalmente ho trovato qualcuno della mia famiglia che non mi insulta e che mi appoggia: la zia pazza. 
Poi quando l’ho visto con lo zigomo sanguinante il mio spirito da infermiera ha preso possesso di me e ho iniziato a parlare di medicazioni (e a piangere un po’)

Mi sono resa conto di avere bisogno di sicurezza, di qualcosa di fisso, stabile, di qualcosa che non mi faccia percepire il vuoto che ho sotto i piedi.
Mi sono resa conto di avere paura che tu, tutto questo, non sia disposto a darmelo.

La gente non mi crede quando dico di vedermi brutta e questo porta tutti a pensare che io lo dica solo per farmi riempire di complimenti. Complimenti che puntualmente arrivano e che mi fanno sentire in imbarazzo a livelli stratosferici, perchè non so accettarli in quanto, se lo facessi, sarei ipocrita verso me stessa.
Sapete cosa vedo di brutto in me? L’idea di me stessa. 

La tua felpa sulle spalle.
Ti guardo mentre lavori anche se dici che ti distraggo.
Mi giro e sento le tue mani che mi prendono e che mi portano via.
Chiudi la porta della dispensa.
Caldo.
La tua felpa non mi serve più.
Mani.
Lividi.

»